Idrocolonspezia


Vai ai contenuti

Menu principale:


Aumento del peso in menopausa

Indicazioni e patologie > Menopausa

La tendenza all'aumento del peso corporeo è dovuta a ragioni psicologiche e fisiche.
Dal punto di vista psicologico il cambiamento che avviene nella donna in questo periodo può essere assolutamente inavvertito e la donna vive serenamente il periodo della menopausa e il passaggio all'età non più fertile.

In questo caso non ci sono modificazioni specifiche poiché, pur in presenza di alterazioni del livello degli ormoni, la donna mette in pratica quello che ha fatto normalmente finora ovvero modificare lo stile di vita in funzione delle variazioni di peso di cui si accorge. Deve essere un discorso semplice e chiaro proprio per ribadire il concetto che questo periodo non può essere considerato normalmente un periodo patologico, ma è una fase normale della vita. Una fase in cui ad una tendenza seppur lieve l'aumento di peso la donna risponderà con un controllo dell'alimentazione ed un aumento della frequenza dell'attività fisica, come si farebbe in qualunque altro momento della nostra vita.

Dal punto di vista ormonale, le modifiche cui la donna è esposta durante il periodo menopausale implicano un rallentamento generico delle attività fisiologiche e, più nello specifico, del metabolismo. Ciò provoca, a parità di abitudini alimentari, un aumento relativo dell'introito calorico quotidiano, cui si associa una tendenza a trattenere liquidi, soprattutto nelle zone periferiche del corpo, mentre le mucose, al contrario, possono subire una riduzione della quantità di muco prodotto, proprio per questi meccanismi che tendono a risparmiare la dispersione dei liquidi organici.

Questo è un periodo di transizione, al quale presto la donna e l'intero suo corpo si abitueranno e si riorganizzeranno per raggiungere un nuovo livello di normalità.

L'intervento farmacologico, idealmente naturale, deve essere previsto solo quando il problema viene vissuto con disagio, si presenta in maniera rapida e difficilmente controllabile o rappresenta uno dei diversi sintomi insorti durante questo periodo.

Un segno molto frequente con cui la tendenza all'aumento di peso si fa avvertire per prima è la
stipsi. I sistemi che tendono alla conservazione dei liquidi all'interno del corpo o alla loro mancata dispersione all'esterno, coinvolgono anche l'intestino, a livello del quale le feci vengono maggiormente disidratate ed il transito rallenta.

Risulta molto importante che la donna abbia queste informazioni poiché se ad una riduzione del transito intestinale si fa fronte con un lassativo chimico, che rischia di diventare un'abitudine, non si fa altro che consolidare all'interno dell'organismo le variazioni avvenute, senza lasciare spazio ad un progressivo e fisiologico adattamento che le avrebbe fatte superare senza ricorso ai farmaci.



Torna ai contenuti | Torna al menu