Idrocolonspezia


Vai ai contenuti

Menu principale:


Eubiosi

Approfondimenti > Eubiosi e disbiosi

Con il termine eubiosi si intende il corretto rapporto tra i batteri dell'intestino.

La flora intestinale può essere considerata come un insieme di microrganismi presenti in equilibrio all'interno del lume intestinale. In queste condizioni contribuiscono a mantenere lo stato di salute dell'ospite.

L'intestino del feto è sterile. Inizia ad assumere microrganismi nel passaggio nel canale del parto: lactobacilli e streptococchi, insieme con l'Escherichia Coli sono i primi batteri che colonizzano l'intestino del neonato. Pochi giorni dopo batterioidi e bifidobatteri fanno la loro comparsa nel lume intestinale. Nell'intestino dell'adulto si possono contare circa quattrocento specie batteriche diverse.

La parte superiore dell'intestino, a partire dallo stomaco, contiene una scarsa microflora, in particolare a causa dell'ambiente acido. Nel colon si arriva ad avere la maggior parte delle colonie e concentrazioni elevatissime di batteri. La possibilità di convivere di tutte queste specie è consentita dal controllo che ciascuna colonia batterica esercita sulle altre in modo da non permettere la prevalenza di un unico ceppo.

All'eubiosi contribuisce, in maniera quasi esclusiva, la qualità del cibo introdotto dal soggetto, oltre che le condizioni generali dello stile di vita.


Torna ai contenuti | Torna al menu