Idrocolonspezia


Vai ai contenuti

Menu principale:


Terapia naturale della candidosi

Indicazioni e patologie > Candida

Pur dovendo ribadire che non esiste un protocollo standard perché ogni persona può avere manifestazioni specifiche della candidosi, elenchiamo di seguito i principi fondamentali della terapia nei confronti della candida secondo la visione della medicina naturale.

Alcalinizzare
E' fondamentale per impedire che l'organismo stesso mantenga un terreno ideale per lo sviluppo della candida.

Ricostruire l'eubiosi intestinale
La prima difesa nei confronti delle recidive è rappresentata da un ristabilito l'equilibrio dei battesimi a livello intestinale offre una corretta eubiosi. Questo è l'unico meccanismo per poter stabilire una guarigione duratura e completa ed evitare di dover ricorrere continuamente a terapie. Sarà pertanto indispensabile l'utilizzo di prebiotici e probiotici che, insieme con l'acido caprilico, provvederanno a ripristinare un corretto rapporto tra i batteri e quindi un controllo dello sviluppo di ulteriori ceppi di candida.

Azione anticandida specifica
Esistono numerosi prodotti a disposizione della medicina naturale che operano un'azione specifica nei confronti della candida. I primi tra questi sono i nosodi, ovvero prodotti ottenuti per omeopatizzazione di sorgenti fungine. Vi sono poi delle miscele di prodotti omeopatici, i cosiddetti rimedi omotossicologici, che esercitano un'azione diretta nei confronti del lievito. Una grande azione anche fungina esercitata da alcuni oli essenziali come quello di melaleuca o con l'estratto di semi di bergamotto.


Drenaggio delle tossine
Sia la presenza della candida che l'attività terapeutica producono tossine che devono essere eliminate dall'organismo. Un corretto iter terapeutico prevede il drenaggio sia del sistema linfatico sia delle vie escretrici, in particolare quelle urinarie.


Torna ai contenuti | Torna al menu